Favole: l’Uomo Bianco e l’Uomo Nero

L'Uomo Bianco e l'Uomo NeroPrima Pagina su Radio3, telefona un signore che dice (a memoria): “questi hanno ottenuto l’indipendenza negli anni ’60 e l’hanno usata per sfasciare i propri paesi, e ora vengono qui ad approfittare della ricchezza che noi abbiamo costruito in generazioni…” bla bla bla.

Di quale narrazione tossica è vittima questo signore? Io la chiamo “La favola dell’Uomo Bianco e dell’Uomo Nero”.

C’erano una volta due uomini, uno bianco e uno nero.

L’uomo nero viveva in un paese bellissimo, in cui il cibo ti cascava in bocca dagli alberi e non faceva mai freddo, e non c’era da faticare per nulla; l’uomo bianco invece viveva in un paese ingrato, in cui faceva un freddo boia e ogni boccone di pane andava strappato alla natura ingrata con grande fatica.

Dovendo darsi da fare, l’uomo bianco aguzzò l’ingegno, e lavorando come un mulo si costruì un paese bellissimo e ricchissimo. Al che l’uomo nero andò da lui e disse: “Quante belle cose hai qua, me ne dai un po’ anche a me?”

La realtà, lo sappiamo, è ben diversa. Per metterla in forma comprensibile al signore di cui sopra, la potremmo narrare così.

C’erano una volta due uomini, uno bianco e uno nero.

Un bel giorno l’uomo bianco andò dall’uomo nero e disse: “Questa terra è mia. Dovresti pagare le tasse, magari lavorando gratis…”

“Ma ti ha detto che ‘sta terra è tua?” obiettò l’uomo nero.

“Me l’ha detto Dio!”

“A me Dio non ha detto proprio nulla del genere.” protestò il nero.

“Ah, ma il tuo dio è falso, è solo un idolo. Il mio invece è vero.”

“Che? E chi lo dice che il tuo dio è vero e il mio no?”

“Lo dice questo fucile, va bene?” concluse minacciosamente il bianco…

Passarono gli anni, e un bel giorno il figlio dell’uomo nero andò dal figlio dell’uomo bianco e disse:

“Posso avere indietro un po’ della ricchezza che tuo padre ha rubato a mio padre?”

Annunci

Un pensiero su “Favole: l’Uomo Bianco e l’Uomo Nero

  1. Pingback: Mordere la mano che ti nutre | Lode della Dialettica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...